Cosa
  • Cimiteri
  • Kasherut e servizi
  • Musei e Memoriali
  • Quartieri Ebraici
  • Sinagoghe
Dove

L’attuale cimitero ebraico di Bologna rappresenta un settore del cimitero comunale della Certosa. La sezione più antica fu aperta nel 1867 grazie all’impegno del rabbino Marco Momigliano che guidò la comunità dal 1866 al 1896. Una cappella funeraria e numerosi monumenti funebri di pregio artistico fanno del cimitero lo specchio di una comunità ristabilitasi ormai definitivamente, dopo oltre due secoli di esilio. Fra i sepolcri monumentali di maggior rilievo si segnalano le tombe di Clelia Zabban, Angelo Muggia e Alberto Sanguinetti.

Altre sezioni sono state aggiunte al reparto ebraico più tardi, nel 1930 e nel 1956. La prima, fitta di sepolture, ospita ancora grandi complessi familiari (come quelli dei Finzi, dei Muggia e dei Zabban); la seconda ha per lo più sepolture con semplici lastre di pietra.

Nel 2010, in seguito ad un’approfondita operazione di recupero degli spazi del campo ebraico, la Comunità ha scelto di offrire maggior visibilità all’ingresso indipendente affacciato su via della Certosa, facendone ridisegnare l’entrata che si presenta oggi con una suggestiva struttura minimale in acciaio cor-ten arricchita da iscrizioni in ebraico e italiano.

 


 

Ingresso cimitero ebraico (Campo 1971): via della Certosa, 18 – 40133 Bologna

Orari: estivo: (dal 1/3 al 2/11) domenica – giovedì, dalle 7.00 alle 18.00; venerdì e vigile di festività ebraiche dalle 7.00 alle 13.00.
invernale: (dal 3/11 al 28/02) dalla domenica al giovedì dalle 8.00 alle 17.00; venerdì e vigile di festività ebraiche dalle 8.00 alle 13.00.

Chiusura: sabato e festività ebraiche

Visite guidate su prenotazione

Contatti: tel. 051 232066 – e-mail segreteria@comunitadibologna.it

Your request has been submitted successfully.