Cosa
  • Cimiteri
  • Kasherut e servizi
  • Musei e Memoriali
  • Quartieri Ebraici
  • Sinagoghe
Dove

Con l’editto di Saint Cloud del 1804 si disponeva l’allontanamento dei luoghi di sepoltura dai centri abitati. Veniva così abbandonato il vecchio cimitero ebraico di Alessandria, situato nei pressi di Porta Marengo.

Il nuovo campo fu predisposto fra il 1805 e il 1806, contestualmente alla creazione del cimitero cittadino, di cui è oggi sezione. Fu successivamente ampliato nella seconda metà dell’Ottocento e nel 1936, quando fu dotato anche di ingresso indipendente, definito da un severo portale al centro di una monumentale esedra. Oggi vi transitano unicamente i cortei funebri: per le visite si accede attraverso il cimitero generale.

Nel suggestivo spazio interno la vegetazione spontanea si unisce agli alberi dell’originario viale longitudinale. Caratterizzano la porzione più antica cippi e lapidi, semplici e allineate; molte sono ormai corrose e cadute a terra. Dopo l’Emancipazione, alcune famiglie presero l’abitudine di far erigere tombe monumentali con cui distinguersi, progettate in continuità stilistica con i manufatti dell’adiacente cimitero cristiano. Se in alcuni casi si trovano simboli della tradizione ebraica, in altri si riconoscono soggetti allegorici dei cimiteri non ebraici. Molte sepolture hanno inoltre elaborate raffigurazioni del defunto – di per sé estranee alla consuetudine ebraica – realizzate con bassorilievi, fotografie ed espressive statue a tutto tondo.

 


 

Viale Teresa Michel, 33

Al reparto ebraico si accede attraverso il cimitero comunale

Orario di apertura:

1° aprile – 5 novembre: tutti i giorni ore, 8,00 – 17,45;

6 novembre – 31 marzo: tutti i giorni, ore 8,00 – 16,45.

Chiusura reparto ebraico: sabato e festività ebraiche

Contatti: tel. +39 0131 223085

 

Per visite guidate:

Comunità ebraica di Torino

segreteria@torinoebraica.it

https://torinoebraica.it/turismo/

Your request has been submitted successfully.