Cosa
  • Cimiteri
  • Kasherut e servizi
  • Musei e Memoriali
  • Quartieri Ebraici
  • Sinagoghe
Dove

La nascita della Comunità
Lo sviluppo di un insediamento ebraico a Livorno è strettamente legato all’istituzione del porto franco. A regolarne le condizioni erano leggi dette “Livornine”, emanate a partire dal 1593 e rinnovate ogni 25 anni, con le quali in granduca di Toscana aveva invitato a Livorno mercanti di qualsiasi nazione – e in particolare gli ebrei esuli dalla penisola iberica – offrendo loro diritti e protezione. Non fu mai istituito un ghetto; il gruppo, anzi, poté diventare presto numeroso e influente nella società cittadina (1250 persone alla metà del ‘600), al punto che il portoghese fu per quasi due secoli la lingua degli atti ufficiali.
A testimoniare il prestigio della comunità, la bellissima sinagoga storica. Eretta all’inizio del XVII secolo, più volte arricchita e ampliata e infine demolita in seguito ai danneggiamenti bellici, è ricordata fra le più imponenti d’Europa e abituale meta di visita da parte delle autorità di passaggio a Livorno.

La sinagoga attuale
Eretta in forme moderne nel 1962, sorge in luogo del grandioso tempio secentesco, demolito in seguito a un bombardamento alleato nella seconda guerra mondiale. Ricco di significati simbolici è il progetto concepito dall’architetto Angelo di Castro. La forma dell’edificio, con struttura in cemento armato, trae ispirazione dalla Tenda dell’Adunanza descritta nell’Esodo. Il disegno compositivo è strettamente unitario fra interno e esterno e allude simbolicamente al monoteismo del popolo ebraico.
All’interno, l’aula è organizzata secondo uno schema a pianta centrale, con sedili per il pubblico disposti ad anfiteatro. Al centro, la tevah fu realizzata reimpiegando elementi marmorei appartenuti agli arredi del vecchio tempio. Proviene invece da Pesaro l’aron in legno intagliato e dorato (1708), qui trasferito nel 1970.
Nei locali seminterrati ha sede l’Oratorio Lampronti, una piccola sinagoga in uso nel periodo invernale, allestita con arredi provenienti dalla Scola Spagnola di Ferrara, alla quale furono donati a inizio Settecento dal rabbino Isacco Lampronti.


Piazza Elia Benamozegh, 1

Comunità ebraica di Livorno
Tel. +39 0586 896290
Email comunitaebraica.livorno@gmail.com

Per visite:
Cooperativa “Amaranta”
Tel. +39 0586 839772
Cell. +39 320 8887044
E-mail amarantaservice@tiscali.it
https://www.facebook.com/amarantaservizi/