Cosa
  • Cimiteri
  • Musei, mostre e memoriali
  • Quartieri ebraici
  • Sinagoghe
Dove
In funzione dal 1901 e tuttora utilizzato, sostituì il cimitero monumentale ottocentesco di via Ippolito Nievo. Fu realizzato su progetto dell’architetto Adriano Alberto Padova su un terreno adiacente al Cimitero comunale, in località Santo Stefano ai Lupi.

Marca l’ingresso un’ampia esedra aperta su via dei Cipressi. In asse con il viale centrale è collocato l’edificio destinato alla composizione delle salme e alla celebrazione dei riti funebri; due lapidi affisse lungo il pronao ricordano gli ebrei caduti nella I guerra mondiale e i centoventi deportati da Livorno durante la persecuzione nazista.

I sepolcri sono allineati e semplici. Fra le sepolture più antiche, tuttavia, diversi monumenti funebri emergono in forme imponenti e solenni, alla memoria di singole figure o di famiglie desiderose di perpetuare il proprio prestigio. Fra i più maestosi esempi, il mausoleo della famiglia Chayes, un’architettura eclettica con influenze bizantine.

Elementi decorativi tratti dalla simbologia cimiteriale non ebraica (urne velate, falene, colonne spezzate, l’uroboro) si mescolano a motivi più tipici della tradizione (come la menorah o la stella di Davide), fino a lasciare nella parte moderna i soli simboli ebraici.

Nel cimitero sono state ricollocate alcune pietre tombali datate a partire dal XVII secolo, provenienti dai due antichi cimiteri della città che furono espropriati nel 1939 e successivamente smantellati.


Via don Aldo Mei / via dei Cipressi

Orario estivo: dalla domenica al venerdì 9:00 – 18:00
Orario invernale: dalla domenica al venerdì 9:00 – 16:00

Chiuso il Sabato, durante le festività ebraiche e tutto il mese di Nissan (informarsi presso la Comunità per sapere, di anno in anno, le date esatte di chiusura).

Visite guidate:
Cooperativa “Amaranta”
Tel. +39 0586 839772
Cell. +39 320 8887044
E-mail amarantaservice@tiscali.it
https://www.facebook.com/amarantaservizi/